Costi e gratuito patrocinio 
I costi dell’avvocato sono spesso il principale freno per il cliente, in quale teme di spendere troppo e non riesce a valutare il reale rapporto costo – beneficio di una consulenza fornita da uno studio legale competente. Si dovrebbe, invece, aver presente che qualsiasi consulenza professionale ha un costo e non sono soldi sprecati, in quanto se si hanno problemi giuridici rivolgersi tempestivamente ad uno studio legale evita di incorrere in problemi e perdite economiche anche maggiori. 
Lo studio adegua i costi al valore e alla complessità delle posizioni trattate, vagliando ogni singola controversia pur nel rispetto dell’onore, del decoro e delle tariffe professionali. 
Lo studio è in grado di assistere con la propria struttura, uguale competenza ed uguale impegno anche i clienti non abbienti offrendo loro consulenza giudiziale e stragiudiziale attraverso l’istituto del gratuito patrocinio a spese dello Stato. 
L’ avv. Anna Zecchin è iscritta nell’elenco degli avvocati abilitati al patrocinio a spese dello Stato presso il Tribunale di Pordenone per i procedimenti civili. 
Può essere ammesso al patrocinio gratuito chi è titolare di un reddito imponibile, risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi, non superiore ad € 11.528,41. Se il richiedente convive con il coniuge o con altri famigliari si sommano i redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia. 
Il Consiglio dell’ Ordine valuta la fondatezza delle pretese che si intendono far valere in giudizio e, se ne ricorrono anche le condizioni reddittuali per l’ammissione, accoglie la domanda trasmettendo copia del provvedimento all’interessato.
Lo studio è a disposizione del cliente per valutare assieme se sussistono i presupposti di legge per la domanda e nel caso lo affianca nella predisposizione dell’istanza da presentare.
Per ogni ulteriore approfondimento e per la relativa modulistica cliccare su www.ordineavvocatipordenone.it e su www.giustizia.it
Share by: